Presentazione Band MRS NORTON

              

Continuiamo con la proposta delle band o dei cantanti emergenti, seppur non conosciuti dal "grande pubblico". Questa volta tocca ad un gruppo di Milano che invitiamo a seguire sulla pagina ufficiale di Facebook, dove potrete vedere anche video dei concerti. L'intervista è stata rivolta alla cantante, Cristiana Fumagalli, con la supervisione di Massimiliano Basso, chitarrista e bassista.

1) Come nasce il progetto Mrs Norton e come mai la scelta di questo nome?
La band nasce nel 2008.  La cantante Cristiana Fumagalli insieme al chitarrista Max Masiero e al tastierista Giovanni Carpenzano lasciano il precedente gruppo pop per dedicarsi al blues e si mettono alla ricerca della sezione ritmica. Per primo arriva il batterista Alberto Villa presentato da un amico chitarrista di Cristiana tramite Myspace Music, poi si succedono alcuni bassisti.. ma non sono ancora i personaggi giusti. Alla fine Cristiana riesce a convincere Massimiliano Basso, chitarrista nella band rock in cui Cristiana canta, a fare una prova con la nuova formazione. Inizialmente Massimiliano è scettico sul genere ma essendo un grande bassista oltre che chitarrista impeccabile decide di provare con la nuova band propostagli. L’incontro con il chitarrista Max Masiero, per primo, determina la decisione di Massimiliano di appassionarsi al genere; Max è un grande chitarrista nonché vero intenditore del genere e suonare con lui dà decisamente soddisfazione. La scintilla tra Massimiliano e gli altri componenti del gruppo scocca immediatamente sia dal punto di vista musicale, dove trova grande feeling con il batterista Alberto Villa e con il tastierista nonché bassista Giovanni Carpenzano, anch’essi grandi conoscitori musicali e grandi musicisti, sia dal punto di vista dell’amicizia e degli interessi comuni. La scelta del nome è stata di Max Masiero anche se in realtà doveva essere “Mrs. Norton e i suoi Antivirus”. La lunghezza di tale nome ha fatto si che ben presto diventasse “Mrs. Norton Band” only.

2) Che tipo di gruppo siete e che repertorio avete?
La band è partita all’insegna del repertorio blues abbastanza di nicchia con pezzi molto impegnativi e tecnici. Negli anni si è cercato di ampliare tale repertorio con un po’ di rhythm & blues e di rock & roll  per esigenze di diversificazione delle serate e delle manifestazioni a cui si  partecipava. Mantenendo sempre il proprio stile la band ha cercato di poter accontentare più pubblico possibile nelle varie serate.

3) Sono stati realizzati CD, demo o è in previsione?
Non sono mai stati realizzati né CD né demo. Abbiamo solo video di concerti che utilizziamo per promozione perché crediamo sia più di impatto un live che non una registrazione perfetta che non dà l’idea di quello che la band può trasmettere dal palco. Ma non è escluso che non si faccia qualche registrazione pulita giusto per soddisfazione personale.

4) Un aneddoto particolare successo durante uno dei vostri concerti.
Diciamo che ogni volta succede qualcosa… Crampi alle dita, alimentatori che si fondono, fonico assente, bufera di vento e pioggia a strumentazione già montata e così via. Ma niente sembra fermarci: finora abbiamo sempre concluso le serate con grande soddisfazione nostra, del pubblico e dei gestori di locali e manifestazioni!

5) Quando e dove sarà possibile vedervi, prossimamente?
La band ha appena fatto una serie di concerti e adesso come la maggior parte delle band milanesi  è a caccia di date. Quindi attualmente non c’è ancora un calendario stabilito.

6) Avete un sito o una pagina su facebook?
E' questa: www.facebook.com/mrsnortonband

7) Che cosa volete trasmettere, con la vostra musica? Qual è il vostro obiettivo?
Far passare due ore e più di divertimento e piacevole ascolto di un repertorio sempre più vario a chi ci viene a sentire. Quando vediamo la gente che balla, batte le mani, applaude e poi va via contenta – magari con qualche complimento a noi tutti – siamo contenti e questo ci basta e ci gratifica per i piccoli sacrifici che affrontiamo nel coltivare questa nostra passione.

8) A che punto siete con la realizzazione dei vostri sogni? Il cassetto è ancora pieno?
Suoniamo per passione e perché abbiamo una gran voglia di buona musica, il nostro scopo è quello di portare in concerto i risultati delle nostre fatiche in sala prova e di divertirci insieme al pubblico, ma non ci siamo mai posti obiettivi professionali. Sarebbe già un bel sogno realizzato riuscire ad avere date costanti nei locali, cosa che oggi risulta alquanto difficile… Le locations che fanno musica dal vivo sono sempre meno e la maggior parte dei gestori cercano gruppi che abbiamo un seguito e che riempiano i locali ormai vuoti, piuttosto che gruppi ad un certo livello musicale che possano trasmettere emozioni… la musica, nel vero senso della parola, appare ormai “morta”.

9) C'è qualcosa che volete aggiungere all'intervista?
Grazie per l’interessamento, speriamo di averti presto tra il nostro pubblico!!!

 

Paola Elena Ferri