OLIO DI NEEM

                       

Olio di Neem

Il nīm (Hindi: nīm), in Italia è conosciuto anche come neem, secondo la traslitterazione inglese, è un albero chiamato Azadirachta indica, della famiglia delle Meliacee, nativo dell'India e della Birmania ed è una delle tre specie del genere Azadirachta. Le altre specie sono la Azadirachta siamensis e la Azadirachta excelsa.

Sostanze contenute nell’olio di neem

L’olio di neem contiene steroidi (campesterolo, beta-sitosterolo, stigmasterolo) e triterpenoidi, tra i quali citiamo l’azadiractina, una sostanza più conosciuta e studiata. Il contenuto di azadiractina nell’olio di neem varia da 300 ppm* a oltre 2500 ppm*, a seconda della tecnologia di estrazione utilizzata e della qualità dei semi pressati del neem.

*PPM:

Parti Per Milione. E'un'unità di misura utilizzata per indicare livelli di concentrazione estremamente bassi di un elemento chimico o di una qualsiasi sostanza. Il valore ppm è equivalente alla quantità assoluta frazionale moltiplicata per un milione (10 alla sesta).

Proprietà dell’olio di neem

L’olio di neem è derivato attraverso la spremitura dei semi del neem. L’odore è molto amaro, simile all’aglio  e allo zolfo. Un solo seme può contenere fino al 50 per cento in di olio. L’olio di neem è un olio idratante eccellente e contiene vari composti che hanno proprietà insetticide e medicinali. E' usato per la fabbricazione di shampoo, dentifrici, saponi, cosmetici, repellenti contro le zanzare, creme e lozioni, prodotti per animali (come shampoo per animali, ecc.). Contiene inoltre vitamina E, altri aminoacidi essenziali ed alcune percentuali di acidi grassi. L’olio di neem è usato per il trattamento di molte malattie della pelle: eczema, psoriasi, allergie cutanee, eccetera;  ed è stato studiato anche per un ipotetico potere  contraccettivo in ​​India. Un composto a base di neem ha dimostrato di essere più sicuro e più efficace come repellente per gli insetti in genere, quindi non solo zanzare, ma anche mosche, pulci e zecche.

I benefici dell’olio di neem

L’olio di neem è stato usato per centinaia di anni nel controllo dei parassiti e per altre malattie. Molte ricerche hanno dimostrato che la soluzione in spray dell’olio di neem aiuta a controllare i parassiti più comuni, come mosche bianche, afidi, vermi della farina, acari, locuste, tripidi, coleotteri giapponesi, ecc etera. L’olio di neem funziona anche come fungicida e aiuta a controllare l’equilibrio dello ioidio. Alcune persone hanno anche ottenuto buoni risultati con una sola nebulizzazione di olio di neem sulle macchie della pelle. I proprietari e coltivatori di orchidee usano olio di neem puro per controllare i parassiti come le cocciniglie. Uno degli ingredienti principali dell’olio di semi di neem è l’azadiractina che funziona come un regolatore di crescita degli insetti, impedendo così che la larva si trasformi in un individuo adulto. Poichè l’olio di neem ha un sapore molto amaro, rende le foglie irrorate molto sgradevoli da mangiare per gli insetti. L’olio di neem è biodegradabile e ha dimostrato di essere non tossico per i mammiferi, gli uccelli, le api o i lombrichi. Ha anche dimostrato di non essere nocivo per gli insetti adulti  che danno benefici alle piante, dal momento che la sostanza contenuta nell’olio colpisce principalmente solo linfa delle piante succhiata dagli insetti nocivi. Tuttavia si raccomanda di prestare attenzione a non spruzzare l’olio di neem  quando le api e le larve di organismi utili come le coccinelle sono presenti. L’olio di neem in spray, come qualsiasi altro olio spray, può anche bruciare le foglie, se spruzzato in presenza di sole.

L’olio di neem come insetticida naturale

L’olio di neem viene estratto dalla noce dell'albero di neem (Azadirachta indica). L'albero è originario dell'India, ma ora viene coltivato in un certo numero di paesi tropicali e semi-tropicali. L'olio di neem ha molti usi nella medicina tradizionale, nell’igiene domestica ed è un insetticida naturale. Il componente attivo insetticida dell’olio di neem è una sostanza chimica chiamata azadiractina. Gli insetticidi a base di olio di neem presentano bassissima tossicità per i mammiferi e sono molto utilizzati per il controllo dei parassiti delle colture alimentari ma anche dei parassiti ornamentali. La soluzione insetticida a base di neem è preparata mescolando un concentrato di olio (di solito 3 - 4,5% di  azadiractina) con acqua. L'olio è a volte combinato con un sapone insetticida per migliorare l'attività di entrambi i componenti. Controllate sempre con cura l'etichetta del prodotto. Gli insetticidi a base di olio di neem possono essere efficacemente usati per gli afidi, i vermi, gli insetti adulti che si cibano delle foglie delle piante, i tripidi e le mosche bianche. Spray può essere utilizzato su colture orticole così come su molte spezie ed erbe aromatiche, piccoli frutti e bacche, frutti tropicali. L’applicazione dell’insetticida spesso può essere eseguita fino al giorno del raccolto.

I vantaggi dell’olio di neem come insetticida

  • bassa tossicità
  • facilità di applicazione
  • basso impatto ambientale
  • organici e biodegradabile
  • ampio utilizzo relativamente consentito

Accanto a tutti i vantaggi dell’olio di neem l'unico vero inconveniente è che non è un prodotto molto persistente quindi potrebbe essere necessario essere applicare l’olio ogni pochi giorni. Molti giardinieri, però, considerano questa cosa come un vantaggio ulteriore, perché l’insetticida a base di olio di neem non interferirà con gli insetti utili o con i tempi di raccolta.

Usi dell’olio di neem

L’olio è utilizzato per la preparazione di cosmetici (sapone, prodotti per capelli, creme per l'igiene del corpo, creme per le mani) e nella medicina ayurvedica, nella medicina Unani e nella medicina tradizionale popolare, nel trattamento di una vasta gamma di afflizioni. Le indicazioni più frequentemente riportate per l’uso dell’olio di neem sono:

  • le malattie della pelle
  • le infiammazioni 
  • gli stati febbrili
  • le malattie reumatiche
  • l’acne
  • la lebbra
  • la malaria
  • la tubercolosi
  • l’oftalmia

Effetti dell’olio di neem

  • antielmintico
  • antisettico
  • diuretico
  • emmenagogo
  • contraccettivo
  • febbrifugo
  • antiparassitario
  • pediculocida
  • insetticida.

È usato nella medicina tradizionale anche per il trattamento del tetano, dell’orticaria, dell’eczema, della scrofola e dell’erisipela.

Effetti collaterali dell'olio di neem

Alcuni studi suggeriscono che l’olio di neem deve essere usato con cautela. Estratti diversi di prodotti a base di olio di neem hanno evidenziato effetti collaterali negativi se somministrati in ratti di laboratorio a dosi giornaliere elevate per un lungo periodo di tempo. Secondo altri studi, invece, non ci sono effetti collaterali prodotti dall’olio di neem o causati dalla pianta stessa, anche quando si utilizzano grandi quantità, e per lunghi periodi. (Nota: anche in questo caso, lo studio è stato effettuato su topi di laboratorio, non sulle persone)

Effetti collaterali dell’olio di neem in gravidanza

Vi è un crescente interesse per l'uso dell’olio di neem se considerato come contraccettivo sicuro. La  corteccia e le foglie del neem possono anche rendere meno probabile il concepimento quando vengono ingeriti. (In realtà, la ricerca ha usato grandi dosi di estratti concentrati). Gli estratti delle foglie o della corteccia stimolano il sistema immunitario e l'aumento di attività del sistema immunitario viene ritenuto corresponsabile dell'effetto contraccettivo e anche abortivo. In breve, anche se non ci sono dati concreti, perché correre rischi? Non assumere olio di neem se si è una donna in gravidanza o se si cerca concepire un bambino.

Tossicità

Studi fatti sull’azadiractina (il principio attivo pesticida presente nell’olio di neem) hanno attestato l’efficacia di tale sostanza come insetticida e come pesticida. L’olio di neem e i prodotti composti da parti della pianta del neem, come le foglie per fare il tè, non devono essere consumati da donne incinte, donne che cercano di concepire, o dai bambini. Sono state riscontrate alcune prove che dimostrano che un uso massiccio del neem può causare danni al fegato nei bambini.