INTERVISTA A PAOLA FERRULLI

                      

1) Come nasce la passione per il canto?
Nasce all'età di 5/ 6 anni con i miei genitori nelle serate di karaoke e da lì poi cominciai a prendere lezioni di canto e poi eccomi qua!

2) Parlami del tuo EP: come hai vissuto la sua realizzazione e come vivi questo momento di coronamento di un sogno?    
Questo progetto nasce dopo aver fatto diverse ospitate con il Maestro Michele Pecora, cantautore, e Enzo longobardi, produttore e, visti i risultati in ogni parte che mi esibivo, da lì è nata l'idea di cominciare a realizzare un lavoro tutto mio. Ecco perchè il titolo è "Passo dopo passo": sta significare il percorso che, piano piano, sto facendo. I brani di questo EP sono stati pensati per me e la mia voce.

3) Hai duettato con molti artisti famosi: come hai vissuto questa esperienza?    
Che dire... un onore per me essere stata sul palco di questi cantanti e poi vederli da vicino e cantarci insieme! Insomma, un sogno per noi ragazzi che iniziamo questo percorso di canto e  - speriamo  - di artisti!

4) Riesci a conciliare la tua vita "normale" con la tua carriera artistica?      
Eh, non è tanto semplice fare tutte queste cose insieme! La scuola che frequento è la  "3° Liceo scientifico". Poi ci sono le prove di canto, le  lezioni di pianoforte e gli amici, con cui cerco di passare quel poco di tempo che mi rimane. Ma senza  il canto e la musica non riesco a stare.

5) Una domanda che riprende il titolo di una tua canzone: che cosa farai, da grande?        
Questa canzone fu scritta subito dopo la fine  di "Ti lascio una canzone" , momento emozionante che ricordo bene e che porterò sempre  con me. Cosa farò da grande? Spero di continuare a fare la cantante e, chissà, farlo diventare anche il mio lavoro principale... Mi piacerebbe molto ma, come dice il titolo dell' EP  "Passo dopo passo", spero di farcela piano piano. Voglio aggiungere anche che il brano che ora stiamo promuovendo fa sempre parte del progetto ed è intitolato "DIRTELO": è un brano che mi rappresenta e sono felicissima dell'ottimo riscontro in radio!
Grazie!

 

A cura di Paola Elena Ferri