Intervista a FILIPPO MAGNINI

                

1) Come è nato il suo amore per il nuoto? C’è stato qualcosa, in particolare, che l’ha portata ad impegnarsi in questa disciplina?
Mi sono innamorato del nuoto in maniera totalmente naturale e spontanea. Quando poi sono arrivate le prime soddisfazioni ho capito che se mi fossi impegnato duramente e mi fossi prefisso obiettivi concreti avrei avuto ulteriori margini di crescita. A quel punto ho cominciato a sognare in grande e fortunatamente sono stato premiato.

2) Lei ha gareggiato in tutto il mondo: come viene visto il nuoto agonistico, in Italia e all’estero? Ci sono differenze?
In alcuni casi ci sono delle differenze. Esiste un gap strutturale con le grandi potenze del nuoto, ma vedo che qui in Italia si sta lavorando bene e la direzione intrapresa è senza dubbio quella giusta.  Speriamo di riuscire se non a colmare quantomeno a ridurre questo gap nei prossimi anni, cosi che il nuoto Italiano possa diventare un riferimento per lo sport di tutto il Paese.

3) Come si svolge la giornata tipo di un atleta?
Durante la stagione sportiva gli allenamenti occupano gran parte della giornata. Si tenta di avere il più possibile uno stile di vita sano e di non sovraccaricare troppo il fisico. Quando si è molto stanchi bisogna ritagliarsi un po’di tempo per recuperare. Non saltare i pasti e ricordarsi di prendere gli integratori, se lo sforzo è stato troppo (ci tengo a precisare che sono i miei sono integratori approvati e controllati, Lifecode). In particolare uso quelli multivitaminici per mantenere alte le difese immunitarie.

4) Qual è il momento più bello della sua carriera, che fino ad ora ha portato con sé?
Senza dubbio il primo oro mondiale nei 100 st, a Montreal nel 2005. E’ stato un podio pazzesco, forse anche un po’ inaspettato ed ottenuto dopo una gara nella quale non sentivo una particolare pressione. E’ stato fantastico e sono riuscito a godermi tutto ogni singolo istante di quel successo... ad assaporare ogni sensazione provata sia in acqua che fuori.

5) Quali sono i valori che vuole trasmettere, con il suo impegno?
Che lo sport è sempre competizione sana, bisogna passare attraverso la giusta programmazione e ci sono sacrifici necessari che vanno fatti se si vuole puntare all’alto livello. Non esistono scorciatoie.Poi bisogna riuscire ad esprimersi al meglio affrontando ogni sfida con la voglia di imporsi, di trovare il proprio limite, mi piace il motto del mio sponsor tecnico Head: Conquest Water.. Ad ogni sfida deve corrispondere sempre una conquista.

   

6) Molte persone hanno paura dell’acqua: in quale modo potrebbero superarla con qualche semplice consiglio?
E’ vero sembra strano ma è cosi. Molte persone temono l’acqua e credo che il motivo sia in gran parte dei casi il ritrovarsi in un elemento che non è il nostro elemento naturale. Detto questo però il consiglio più semplice che si possa dare è che non ci sta niente da temere e basta provare.. fare un bel respiro e buttarsi.

7) Dopo tanti sacrifici, qual è stata la sua conquista più importante?
Credo sia l’affetto e il rispetto di tanta gente dentro e fuori dall’acqua.

8) La sua carriera è un esempio di costanza di rendimento ad altissimo livello: qual è il suo segreto?
Nessun segreto, il lavoro quotidiano e i sacrifici pagano sempre. Con il passare del tempo ho acquisito una buona dose di esperienza che mi consente di gestirmi anche un pochino.

9) Cosa le sarebbe piaciuto fare nella vita, se non fosse stato un atleta professionista?
Il mio sogno è sempre stato quello di fare sport, magari se non fossi diventato un nuotatore mi sarebbe piaciuto giocare a calcio o diventare un giocatore di Poker professionista.

10) Lei fa molta beneficenza: dalle persone che lei aiuta, vuole essere ricordato come l’amico Filippo, o come il nuotatore Magnini?
Mi piacerebbe essere ricordato semplicemente con l’idea che le persone che mi conoscono e mi hanno conosciuto veramente si sono fatte di me. Non è una questione di beneficenza, se qualcuno parte prevenuto nei tuoi confronti può anche rimaner lo per sempre, io da parte mia cerco di essere una persona il più possibile spontanea e naturale.

           

Sito Internet: http://www.filippomagnini.it

Twitter: https://twitter.com/FiloMagnini

 

Donato Corvi - Paola Elena Ferri