IL BIG MAMA FESTEGGIA I SUOI 33 ANNI DI MUSICA DAL VIVO!

IL BIG MAMA FESTEGGIA I SUOI 33 ANNI

DI MUSICA DAL VIVO!!

 

NEL LUOGO IN CUI SONO CRESCIUTI GIORGIA, ALEX BRITTI, FEDERICO ZAMPAGLIONE &TIROMANCINO, MAX GAZZE’, NICCOLO’ FABI, RICCARDO SINIGALLIA E MOLTISSIMI ALTRI

UNA SETTIMANA DI GRANDE MUSICA!!

 

Il Big Mama arriva all’invidiabile traguardo dei 33 anni di musica dal vivo.

Grandi appuntamenti in arrivo. Oltre al consueto “Open Blues & Rock Party” al quale parteciperanno molti musicisti annunciati in scaletta (trovate il dettaglio nella prossima pagina) e non, in arrivo anche alcune celebrazioni e graditi ritorni. Si parte VENERDI’ 31 MARZO E SABATO 1 APRILE con due concerti di FEDERICO ZAMPAGLIONE & MARIO DONATONE. Federico è uno degli artisti nati e cresciuti fra le mura del club di Trastevere, luogo nel quale periodicamente torna per condividere la sua antica e mai doma passione per la madre di tutte le musiche, il Blues. Con lui lo straordinario Mario Donatone, pianista e cantante di altissimo livello, suo sodale da anni in questo progetto.

DOMENICA 2 APRILE il palco è affidato a FRANCES ALINA ASCIONE e la sua band. Giovane, grande voce, grande bellezza, sangue misto italiano e dominicano, Frances è una delle voci più interessanti che sta crescendo nei club italiani. Si è messa in luce alcuni mesi fa con la sua partecipazione a The Voice of Italy, talent che ne ha messo in luce presso il grande pubblico le sue doti canore, rese ancora più incisive dalla sua già ampia esperienza live acquisita in anni di attività.

Passando GIOVEDI’ 6 APRILE per un tributo agli inossidabili “Rolling” con i ROCKING THE STONES e i VENERDÌ 7 APRILE con l’inossidabile ALAN SOUL & THE ALANSELZER e il suo spettacolo seguitissimo da anni, arriviamo agli ultimi due eventi clou della settimana musicale.

SABATO 8 APRILE con i 60 anni del “Sindaco del blues” ANTONIO SANTIROCCO e dei suoni PIU’ BESTIAL CHE BLUES; batterista di lunghissimo corso, è una figura centrale del panorama blues romano. Ha suonato per anni con un lungo elenco di artisti di fama nazionale ed internazionale, dal chitarrista Maurizio Bonini a Noel Redding (bassista della Jimi Hendrix Experience) a Louisiana Red fino ad un lungo sodalizio con Alex Britti. Sarà una grande festa con ospiti importanti ed assolutamente segreti.

DOMENICA 9 APRILE con il ritorno del miglior chitarrista blues italiano, TOLO MARTON, che con il suo trio, ripercorrerà le principali tappe della sua carriera musicale, fatta di grande lavoro ma anche di grandissime soddisfazioni internazionali. Tolo è uno dei chitarristi che ha accompagnato la storia del Big Mama, dagli esordi ad oggi.

 

 

33 MO HAPPY BIRTHDAY BIG MAMA

 

GIOVEDI’ 30 MARZO

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Il 30 marzo del 1984 apriva timidamente le porte a Trastevere il Big Mama. Iniziava così un’avventura che avrebbe portato tanta buona musica nel cuore di Roma: artisti italiani e stranieri, di fama internazionale o giovani talenti da valorizzare, tra queste mura sono sfilati alcuni dei più bei nomi della musica mondiale, di fronte a migliaia di appassionati. Una storia ricca di eventi e aneddoti, che un giorno vi racconteremo in modo più esteso… Per ora ci limitiamo ad invitarvi alla “nostra” festa di compleanno, una serata in cui – come da tradizione – sfileranno sul palco di Vicolo S.Francesco a Ripa tanti musicisti per celebrare insieme questa ricorrenza. Non mancheranno le sorprese (sempre musicali) e neanche la “nostra” torta di compleanno, non mancate sopratutto voi! Sul palco ci saranno tanti artisti: come tradizione per la nostra festa di compleanno, sarà una nottata memorabile !! Mentre arrivano le prime conferme…

 

CLAUDIA ARVATI & BAND

FRANCES ASCIONE & THE LOVE HACKERS

LUCY CAMPETI & SOUL BAND

RICCARDO RINAUDO

ALFREDO BOCHICCHIO

ANDREA RUTA

THE RIVAL POETS

 

Marco Tiriemmi, direttore artistico e proprietario - insieme a Pasquale del Curatolo - del club dice:  “Sono in molti – specie tra i più giovani – che ci chiedono….Ma al Big Mama in tutti questi anni, chi ci ha suonato…??!  Quello che segue è un breve, incompleto elenco dei primi nomi che ci vengono in mente…: ALAIN CARON, ALAN STIVELL, ALEX BRITTI, ALLAN HOLDSWORTH, ANDY SUMMERS, AREA, ARLO GUTHRIE, AZIMUTH, BEN SIDRAN, BETTY CARTER, BOB BERG, BRENDAN GALLAGHER, BRIAN AUGER, BRIAN MAY (Pink Floyd), BUDDY MILES, CALEXICO, CALVIN RUSSELL, CAREY BELL, CHAD WAKERMAN, CHARLIE MUSSELWHITE, CHET BAKER, CHRIS CACAVAS, CHUCK PROFET, CRUSADERS, DAN AYKROYD, DANIEL HUMAIR, DANILO REA, DAVE ALVIN DAVE MATTHEWS, DAVE WECKL, DAVID LINDLEY, DEE DEE BRIDGEWATER, DEL FUEGOS, DEWEY REDMAN, DICK HECKSTALL-SMITH, DR. ROSS, DUKE ROBILLARD, EDDIE CLEARWATER, EDOARDO BENNATO, ELLIOTT MURPHY, ELVIN JONES, ELVIS COSTELLO, ENRICO RAVA, EMANUEL BEX, FERNANDO SANDERS, FRANK GAMBALE, GALLIANO, GERRY TROVATO, GIORGIA, GIULIO TODRANI (ALAN SOUL), GLENN MATLOCK, GRAHAM PARKER, GREEN ON RED, GUIDO TOFFOLETTI, GUTTERBALL, HIRAM BULLOCK, HOWE GELB & GIANT SAND, IAN CARR, JAMES COTTON, JEFF HEALEY, JIMMY BARNES, JIMMY HASLIP, JIMMY JOHNSON, JIMMY KNEPPER, JIMMY SMITH, JIMMY VILLOTTI, JIMMY WHITERSPOON, JOE D’URSO, JOE ZAWINUL, JOHN HAMMOND, JOHN POPPER (BLUES TRAVELLERS), JOHN RENBOURN & STEFAN GROSSMAN, JOHN SURMAN, JOHN TAYLOR, JOHN TRUDELL, JOHNATAN RICHMAN, JONO MANSON, JORMA KAUKONEN, JUNIOR WELLS, KENNY GARRET, KENNY WHEELER, LEE KONITZ, LILLO & GREG, LINGOMANIA, LOUISIANA RED, LURRIE BELL, LUTHER ALLISON, MARC COHN, MARTHA HIGH, MASSIMO BUBOLA, MASSIMO URBANI, MATT GUITAR MURPHY, MICHAEL COLEMAN, MIKE PETERS & THE ALARM, MIKE STERN, MONTY ALEXANDER, MUD MORGANFIELD, NICOLO’ FABI, NINE BELOW ZERO, NOEL REDDING, OREGON, PALLE DANIELSSON, PAOLO FRESU, PEPPE SERVILLO, PETER BUCK, PETER ERSKINE, PETER FRAMPTON, PHIL GUY, PINO DANIELE, POPA CHUBBY, PUPO, RICCARDO SINIGAGLIA, ROBBEN FORD, ROBERTO CIOTTI, ROBERTO GATTO, ROBERTO MUROLO, ROBYN HITCHCOCK, RONNIE JORDAN, ROOMFUL OF BLUES, ROSA KING, SCOTT HENDERSON, SOUL GENERAL BAND, STANLEY JORDAN, STEFANO DI BATTISTA, STEVE FORBERT, STEVE KHAN, STEVE LACY, STEVE WYNN, TERESA DE SIO, TERRY LEE HALE, THE ANIMALS, THIN WHITE ROPE, TIROMANCINO, TOLO MARTON, TORI AMOS, TRILOK GURTU, VICTOR BAILEY, WILLARD GRANT CONSPIRACY, WILLIE NILE, WORKING WEEK, YARDBIRDS, YELLOWJACKETS, ZOOT MONEY…e tanti altri !!

 

A Blues Night: ZAMPAGLIONE & DONATONE

VENERDÌ 31 MARZO E SABATO 1 APRILE  2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

 “A Blues Night with…” è il titolo delle due serate di autentico Blues che il Big Mama propone venerdì 31 marzo e sabato 1 aprile: sul palco ci saranno Federico Zampaglione, frontman della band TIROMANCINO e appassionato cultore della musica del diavolo, e Mario Donatone, pianista e blues singer, con una lunga carriera anche come direttore di coro gospel. Dopo aver dato vita al progetto “Buzz”, in cui hanno proposto – con grande successo anche al Pistoia Blues Fest del 2013 – una contaminazione dei classici blues con l’elettronica, Zampaglione e Donatone tornano ad un genuino minimalismo acustico, con la formadel duo strumentale e vocale. Una fusione amabile di chitarre acustiche e dobro, pianoforte e voci, intessendo trame ricche di groove, spaziando in un repertorio che va dal Blues rurale di Robert Johnson al Chicago style di Willie Dixon, insieme a classici della black music di Ray Charles, B.B.King, J.J.Cale, Sleepin’ John Eastes, Dr. John. Ci sarà anche una particolare nota natalizia, con l’inclusione di brani come Merry Chrismas Baby, o classici come White Christmas o Silent Night in versione blues e gospel. Un viaggio unplugged e affascinante, emozionale e senza tempo, per le strade di una musica che ha formato generazioni di musicisti. FEDERICO ZAMPAGLIONE (CHITARRA ACUSTICA, DOBRO E VOCE) – MARIO DONATONE (PIANO E VOCE).

 

FRANCES ALINA ASCIONE & BAND

DOMENICA 2 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Frances Alina Ascione nasce a Hollywood nel cuore di un fervente ambiente musicale. La madre – la cantante gospel Cheryl Nickerson – è maestra di stile e da questa apprende l’arte di modulare e intonare la frase secondo il pathos del blues e la religiosità del gospel. La frequentazione della chiesa afro-americana le offre l’opportunità di acquisire dimestichezza con il pubblico e già da giovanissima comincia a calcare le scene in Italia con il gruppo Ancient Souls accanto alla madre ed in seguito a Roma con i Phonema Gospel Choir. Le sue indubbie qualità vocali e la capacità di adattarsi in contesti artistici diversi, lascia ampio spazio alla sua espressione laica esponendola all’attenzione di un pubblico sempre più attento. Adesso Frances si esibisce regolarmente diventando il centerpiece di intelligenti produzioni musicali quali  the Smiling Souls , Vitaminafunk e The Hot Tunes. In questa serata al Big Mama proporrà una lunga serie di classici del repertorio Blues, Soul, Nu Soul & Gospel, come I’ve Got Trouble di Amy Winehouse, Do I Do di Steve Wonder, If I Ain’t Got You di Alicia Keys, How Will I Know di Whitney Huston e tante altre ancora… Formazione: Frances Alina Ascione: voce; Alfredo Bochicchio: chitarra; Andrea Rongioletti: tastiere; Elio Buselli: basso; Andrea Ruta: batteria.

 

ROCKING THE STONES – ALWAYS TIME FOR STONES

GIOVEDÌ 6 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Esattamente 50 anni fa – il 6 aprile 1967 – il Palasport di Roma aprì le porte ai Rolling Stonesnella seconda tappa del loro primo tour in Italia che si era aperto con la data di Bologna. Da allora tanta acqua è passata sotto i ponti di Roma, ma la passione per questa intramontabile band è cresciuta in modo esponenziale, non risparmiando nessuna delle generazioni di giovani che si sono susseguite in questo mezzo secolo. I Rocking the Stones, fondati da Mario Biagini, propongono tutto il meglio della discografia dei Rolling Stones, proponendo un sound quasi scarno, essenziale, tipico del perio a cavallo fra gli anni ’60 e ’70.  Con qualche incursione nel mondo del blues e qualche chicca d’autore, propongono con passione, grinta ed entusiasmo coinvolgenti, un repertorio di canzoni che ha sfidato il tempo, attraversando mode e costumi, mantenendo intatta la freschezza e la potenza di uno stile che può ben rappresentare la storia del Rock del XX secolo. Mario Biagini (voce, armonica) – Luca Biagini (batteria) – Alberto Biasin (basso) – Marco Fagiolo (tastiere, tamburello) – Cristiano Sacchi (chitarra) – Fabio Maccheroni (chitarra, voce).

 

ALAN SOUL & THE ALANSELZER

VENERDÌ 7 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Una carriera lunga 40 anni, quella di Alan Soul (al secolo Giulio Todrani): in duetto con “Julie & Julie” agli esordi, poi come front-man di band come gli “Io Vorrei La Pelle Nera”, con al fianco la figlia Giorgia – divenuta poi una delle voci più apprezzate del panorama musicale italiano – fino ad arrivare agli ALANSELZER con cui da anni esalta il proprio amore per il soul, lo swing, il funky. Nel nuovo disco “Live @ Big Mama Vol.2” ci sono i più bei successi dei grandi interpreti della musica nera; Otis Redding, Ray Charles, Smokey Robynson, James Brown, Tom Jones, grazie alla voce di Alan Soul, uno dei pochi in circolazione veramente in grado di interpretare degnamente questo repertorio, autentiche perle nel repertorio della black music. Ecco le note di copertina del CD Vol.1 a cura di Ernesto Assante: “La musica soul non muore mai, non può morire. Non morirà finché ci sono dei cantanti come Alan Soul e dei gruppi come gli Alanselzer. Basta ascoltare le voce di Alan, seguire il ritmo della band, perdersi nelle note del pianoforte, nel pulsare del basso, negli assoli dei fiati, per essere trasportati, ancora una volta, nel cuore della musica, nell’anima del soul. No, non sono cover, non esistono cover nel soul, e non è una cover band quella che decide che non si può vivere senza suonare Georgia on my mind o Ain’t that groove. No, il soul è una missione, una fede, una regola di vita (come le regole monastiche), che non possono essere tradite. E Alan Soul e gli Alanselzer non hanno mai tradito, nemmeno quando i tempi sono cambiati, i suoni sono cambiati, le mode sono cambiate. Formazione: Giulio “Alan Soul” Todrani (voce), Ferruccio Corsi (sax alto), Mirko Rinaldi (tromba), Alfredo Posillipo (trombone), Muzio Marcellini (piano, tastiere, Claudio Trippa (chitarra), Maurizio Meo (basso elettrico), Stefano Parenti (batteria).

 

PIU’ BESTIAL CHE BLUES – 60 ANNI PER IL SINDACO DEL BLUES

SABATO 8 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

ANTONIO SANTIROCCO, batterista, conosciuto anche come IL SINDACO DEL BLUES è una figura centrale del panorama blues romano. Ha suonato per anni con un lungo elenco di artisti di fama, dal chitarrista Maurizio Bonini a Noel Redding, bassista della Jimi Hendrix Experience, da Alex Britti a Roberto Ciotti, Louisiana Red e tanti altri ancora, picchiando i tamburi sui più prestigiosi palchi nazionali, da quello del festival Blues di Pistoia a quello di Piazza S.Giovanni a Roma per il 1 maggio. Stasera festeggeremo i suoi primi 60 anni con una grande festa musicale che vedrà un lungo elenco di ospiti sul palco, tra i tanti musicisti con cui ha collaborato. Di se stesso dice: “Suonare solo la musica che mi piace, solo con la gente che mi piace, solo per la gente che mi piace e, possibilmente, solo in un posto che mi piace. Questa è una delle linee-guida della mia vita e sono orgoglioso di poter festeggiare il mio sessantesimo compleanno sabato 8 aprile 2017 al Big Mama tenendo fede a questa linea-guida. Suoneremo un paio di dozzine delle mie canzoni preferite in assoluto in due set ad opera de La Triade e dei Più Bestial che Blues, due rami di uno stesso albero piantato una trentina di anni fa e cresciuto fino ad essere il mio luogo preferito nel giardino di casa. Con me ci saranno sul palco per La Triade: Roberto Paggio alle tastiere, Gabriele Stabile alla chitarra e Ari Takahashi al basso. Con i Più Bestial Che Blues ci saranno invece Daniele Bazzani alla chitarra, Mick Brill al basso, Davide Gentili alla voce e ancora Roberto Paggio alle tastiere, validissimi musicisti e amici cari; sono i membri di una vera e propria famiglia acquisita. Per alcuni i compleanni, soprattutto quelli a cifra tonda, sono un traguardo, per i più ottimisti un punto di partenza, per altri semplicemente la scusa per fare festa alla faccia di un anno in più sul groppone o un anno di meno alla fine del proprio destino. Per me sarà una occasione per essere davvero me stesso e divertirmi insieme alle persone che mi vogliono bene e alle quali voglio bene.” Per oltre vent’anni i leggendari “Bestiali” hanno trasformato ogni loro esibizione al Big Mama in un momento magico, rendendo impossibile sottrarsi ad un totale coinvolgimento, fatto di musica e vibrazioni positive. Il repertorio è uno straordinario compendio musicale, in cui confluiscono brani più o meno noti, che coprono un vasto arco temporale; da Sam Cooke, a Prince passando per Bob Dylan, Otis Redding, Rolling Stones, John Hiatt e molti altri ancora. Come sempre la leadership è  di Santirocco  con una carriera trentennale che lo ha visto accanto a Noel Redding (bassista degli Experience di Jimi Hendrix), Louisiana Red, Alex Britti e tanti altri. I “Bestiali” hanno partecipato alle riprese di “Baciami Ancora”, il sequel de “L’Ultimo Bacio” di Gabriele Muccino, che li aveva già voluti protagonisti di una famosa scena (quella del matrimonio) nel primo episodio del 2001. I Più Bestial Che Blues sono: DAVIDE GENTILI (voce – armonica) – DANIELE BAZZANI (chitarra – voce) – ROBERTO PAGGIO (piano – organo) – MICK BRILL (basso) – ANTONIO SANTIROCCO (batteria e voce).

 

TOLO MARTON BAND

DOMENICA 9 APRILE 2017

 “Nel corso del tempo tutta la musica che Tolo ha incontrato s’è organizzata in un linguaggio personale, fuori da ogni catalogazione. Non c’è rock, jazz, blues, non c’è il Jimi Hendrix Award.  C’è Tolo Marton che ha dominato tutti gli stili che ha ascoltato fino a costruirne uno proprio. Ancora una volta la definizione di chitarrista virtuoso, per cui Tolo è conosciuto davvero dappertutto, sfuma progressivamente verso una diffusa considerazione di musicista a tuttotondo, ottenuta dal percorrere molte vie musicali, atte ad ottenere una propria visione del mondo e delle sei corde” (da un articolo di Giorgia Garofalo, 2015). Chitarrista compositore trevigiano, TOLO MARTON porta avanti una lunghissima carriera nell’ambito della musica di ispirazione anglo-americana. Il genere musicale di Marton si potrebbe definire Classic Rock, quella musica che verso la fine degli anni 60 rivoluzionò la scena musicale, e che continua ad essere apprezzata e suonata anche dalle nuove generazioni di musicisti. Ma il repertorio si basa su brani originali, dove si rincorrono linguaggi rock, blues, country, psichedelia, melodia e silenzi. Per la sua composizione Alpine Valley e l’interpretazione di Red house, è stato premiato nel ’98 in America dal padre di Jimi Hendrix, il più grande genio della chitarra elettrica mai esistito. E’ stato chiamato a suonare con Jack Bruce e Ginger Baker, due dei tre leggendari componenti dei Cream. Nel marzo 2002 inizia la collaborazione con il leggendario batterista dei Deep Purple Ian Paice ed il tastierista, sempre dei Deep Purple, Don Airey. La sua particolarissima versione di “All along the watchtower” è stata scelta per essere inclusa in una compilation di artisti internazionali curata dalla BMG di brani di Bob Dylan, uscita nel 2003. Nel 2009 esce il doppio CD “REPRINTS”, ovvero le ristampe dei primi 3 vinili di Tolo. Nell’autunno 2010 Marton si ricongiunge per attività concertistica con Aldo Tagliapietra e Tony Pagliuca (ex-componenti storici delle Orme, gruppo Prog con cui aveva inciso l’Album “Smogmagica” a Los Angeles nel ‘75), per una breve reunion. Nel 2012 Tolo inizia una collaborazione anche con Roger Glover, il grande bassista dei Deep Purple, con il quale suona in concerto in teatro a Mestre, con grandissimo successo. Nella primavera del 2015 Tolo torna a Austin (Texas) per un nuovo tour. Durante la sua permanenza viene invitato a suonare e registrare con Bobby Whitlock, il tastierista e compositore dei leggendari Derek and the Dominos, di cui facevano parte Eric Clapton e Duan Almann.  A dicembre 2016 esce l’ultimo disco di Tolo. Si intitola My cup of music, un album nuovo e diversissimo da tutti i precedenti. Quasi interamente strumentale, è stato realizzato in un anno e mezzo di lavoro. TOLO MARTON (voce e chitarra) – WALTER DAL FARRA (basso, cori) – FABIO SORTI (batteria).