CHIARA VIDONIS - TOUR di presentazione del disco

CHIARA VIDONIS

 

TOUR di presentazione del disco

21/03 Leccomilano (Milano) in solo

22/03 Maite (Bergamo) in solo

08/04 Teatro Miela (Trieste) con band

15/04 Be’er Sheva (Rieti) in duo

 

E’ in ESCLUSIVA su ROCKIT il video di COMPRENDI L’ODIO di CHIARA VIDONIS

Il singolo è il secondo estratto da Tutto il resto non so dove,

disco d’esordio della cantautrice triestina.

 

Per vedere il video di COMPRENDI L’ODIO

regia: Michele Cirillo/Emanuela Laurenti

http://www.rockit.it/news/chiara-vidonis-comprendi-odio-video

Continua la promozione del primo disco di Chiara Vidonis TUTTO IL RESTO NON SO DOVE: ottime le recensioni, che lo hanno definito un esordio sorprendente per maturità, forza espressiva e personalità. Chiara Vidonis è stata recentemente ospite di Ernesto Assante e Gino Castaldo a REPUBBLICA.IT: http://video.repubblica.it/rubriche/webnotte/webnotte-chiara-vidonis-e-il-rock-di-quando-odiavo-roma/232330/231962 . “Chiara propone con sicurezza e maturità un rock d’autore dal sapore vintage e al contempo attuale” Qui l’intervista completa di Francesca Amodio, da L’UNITA’: http://www.bigtimeweb.it/news/134-news-chiara-vidonis/3746-chiara-vidonis-intervista-su-qlunitaq-per-il-disco-qtutto-il-resto-non-so-doveq . A questo link è possibile consultare un estratto di rassegna stampa: http://www.bigtimeweb.it/news/134-news-chiara-vidonis/3487-estratto-di-rassegna-stamoa-del-disco-qtutto-il-resto-non-so-doveq-di-chiara-vidonis-

 

TUTTO IL RESTO NON SO DOVE di CHIARA VIDONIS raccoglie undici brani totalmente scritti da lei. La produzione del disco, curata dalla stessa Vidonis, si avvale di musicisti in perfetta sintonia con l’universo musicale che la circonda; il rock in tutte le sue declinazioni, da quella che sfiora il punk ad un’intensa attitudine pop: Daniele Fiaschi (chitarre), Andrea Palmeri (batterie), Simone De Filippis (synth, basso, ipad, produzione), Stefano Bechini (sound engineer, produzione). E’ un disco vario e denso, di musica e testi mai scontati, dagli arrangiamenti brillanti, dalla metrica affilata e stimolante.

 

Sinossi video COMPRENDI L’ODIO:

Il brano vuole essere una riflessione sui danni dell’odio in tutte le sue forme. Un sentimento così umano da ripetersi nella storia sempre con lo stesso copione. Dalle guerre in cui l’odio diventa nutrimento, diventa strumento di chi le compie per muovere gli esseri umani l’uno contro l’altro, alla condizione più personale dell’uomo che, proprio per colpa dell’odio verso se’, verso i propri limiti, le proprie paure, invece di reagire rimane fermo, immobile a favorire la parte peggiore di se’. Quell’odio poi che diventa legame soffocante in una coppia che non riesce a comunicare altro se non silenzio, perché i sentimenti negativi hanno creato una bolla vuota di sentimenti, arida di siccità. Diventa quindi un ostacolo da superare, da scavalcare, ripartendo proprio da se stessi, dal cambiamento interiore che l’odio impedisce e ricopre con una patina di polvere e silenzio. In una notte insonne solitudine e intimità percorrono il silenzio di uno “spazio” interiore e si sospingono quasi immobili, con delle immagini ferme come l’animo di chi ne è protagonista, fino a scoprire la desolazione di un mondo esteriore. Nel mentre, il logorio del passato persiste tenace nella memoria lontana e attuale, e si fa vivo attraverso le ombre di oggetti consunti. Un nuovo inizio c'è e deve per forza confrontarsi con l’immobilità in cui ci si è immersi per troppo tempo.