ARIANNA AMADUCCI

      

Arianna Amaducci è lo pseudonimo di una donna cui la vita ha dato e tolto: il dono immenso della creatività e della sensibilità artistica che permeano la sua intera essenza è bilanciato, impietosamente, da dure prove che il destino non ha lesinato, ma che Arianna ha saputo trasformare in piccoli capolavori.
Disperazione e gioia non conoscono sfumature, ma solo estremi, in questa straordinaria Artista che spazia dalla pittura alla poesia, senza disdegnare video in cui comunica con pochi movimenti, parole concise, sguardi diretti, che catturano l’attenzione di chi assiste, come si assiste ad un’Opera Prima.
Se l’Arte è un ponte tra chi dà e chi riceve, Arianna è l’antenna che capta ciò che potrebbe passare inosservato, e lo rende immortale, nella sua semplicità, così come unico, nella sua “banalità”.
I tratti colorati sono decisi, ispirati, come da una forza interiore che non manifesta un corpo fisico, ma delinea i contorni di una spiritualità quasi sacra, che sfiora la fantasia e la rende reale, tangibile, drammaticamente viva.
Tormento ed estasi si fondono in una danza dei sensi che non conosce la distinzione tra i sessi, poiché tutti, uomini e donne, sappiamo amare indistintamente, in una società che giudica le differenze con troppa superficialità, a volte. Una leggerezza tagliente come la lama di un coltello affilato.
Arianna arriva come un pugno nello stomaco, ma il colpo è piacevole, poiché ciò che è donato non ha prezzo e, al tempo stesso, non conosce il limite tipico dell’essere umano. L’Arte si libra nelle sue opere, dominando interamente sul silenzio più profondo, e rendendo l’attimo eterno.
Invito a leggere con attenzione il suo blog e a visionare i lavori di questa donna fuori dal comune, perché non basta una recensione, per dire ciò che lei stessa coltiva nella sua anima.
Lasciatevi avvolgere dal suo mondo, e ne rimarrete incantati.

Sito Internet:
http://www.ariannaamaducci.com/

 
Paola Elena Ferri