PROGRAMMAZIONE BIG MAMA dall’11 al 14 febbraio

06.02.2016 11:00

BIG MAMA - Vicolo San Francesco a Ripa 18 – ROMA – tel. 06/5812551

www.bigmama.it

 

Ladies (UN)covered

Tre voci allo scoperto

GIOVEDI’ 11 FEBBRAIO - GIANNA CHILLA’ BAND

SABATO 13 FEBBRAIO – SARA BERNI BLUES BAND

DOMENICA 14 FEBBRAIO – FRANCES ALINA ASCIONE & BAND

Che il nome non tragga in inganno. In questa breve rassegna non troverete belle donne senza veli, ma tre straordinarie cantanti,  tutte e tre di grande fascino, ed ognuna con le proprie storie, le proprie esperienze professionali (tante e prestigiose), con il proprio repertorio. GIANNA CHILLA’, SARA BERNI, FRANCES ALINA ASCIONE. Tre artiste che si mettono “allo scoperto”, tre concerti in cui materiale originale di ognuna verrà proposto insieme a brani celebri di stelle del firmamento rock, soul, blues, jazz. Con loro, nelle rispettive band, musicisti di altissimo livello che possono essere trovati nei line up di tour di artisti molto famosi e che completeranno una proposta artistica che nulla ha da invidiare a colleghe inglesi o statunitensi. Daranno, al pubblico - come disse Sting in una celebre intervista in cui parlava del suo primo concerto da solista dopo i Police – “il 50% di quello che si aspetta e il 50% di quello che sono io ora.” E dunque GIANNA CHILLA’ (giovedì 11 febbraio) proporrà uno spettacolo imperniato sulla figura di JANIS JOPLIN presentando anche proprie composizioni, a poca distanza dall’imminente debutto come solista, previsto in primavera; SARA BERNI (sabato 13 febbraio) farà altrettanto, legando canzoni originali ad un repertorio che pesca nel mare del blues e del jazz; FRANCES ALINA ASCIONE (domenica 14 febbraio), che proporrà un mix fra repertorio di Amy Winehouse, Stevie Wonder, Alicia Keys e brani scritti da lei.

 

GIOVEDI’ 11 FEBBRAIO

GIANNA CHILLA’  - JJ IS ALIVE

INGRESSO LIBERO

Apertura ore 21,00

Concerto ore 22,30

Può un tributo musicale commuovere e far emozionare tanto da far gridare alla reincarnazione? Chi ha assistito ad una performance di “Janis is Alive” giura di si !! La band si presenta interamente rinnovata e propone alcuni brani che furono interpretati da Janis Joplin nella loro versione più famosa, insieme ad altri arrangiamenti, senza mai discostarsi dal Woodstock-flavour per il quale la cantante americana è amata e ricordata. “Janis is Alive” è il tributo italiano che ha varcato le nostre frontiere, grazie all’incredibile somiglianza della voce di Gianna Chillà con quella di J.J. ma anche per una interpretazione che restituisce intatta la fragilità, l’ironia, la forza e l’intensità che Janis Joplin regalava al suo pubblico. Janis Joplin non è stata solo un’immensa artista, ma anche il vettore di un messaggio che ha diffuso con tutta l’intensità di cui era capace. Il contesto storico (anni ’60 e primissimi anni ’70) è stato un periodo di grandi cambiamenti, vere e proprie rivoluzioni in cui la libertà e l’amore erano il fulcro del movimento culturale giovanile americano. Il nostro è un tempo di ricorsi storici in cui si sente di nuovo il bisogno diiffondere un messaggio di speranza e di unione, e la J.J. band ha deciso di farlo seguendo le orme di Janis, orme che hanno troppo presto smesso di lasciare il loro segno. Cè ancora molto da dire. Gianna Chillà, la cantante della J.J. Band – Janis is Alive, ha amato e studiato da sempre il personaggio e i contenuti di Janis Joplin, le sue peculiarità, le contraddizioni, la fragilità, attraverso lunghe ricerche ed un lungo studio. L’interpretazione tiene conto perciò di tutti gli aspetti musicali e non solo di Janis Joplin: gli arrangiamenti dal vivo, la grinta e la passione, ma anche il suo messaggio, il rapporto che aveva col pubblico, la comunicazione diretta e ironica, insomma, più che un tributo, un’evocazione. Gianna Chillà (voce) – Luciano Zanoni (tastiere) – Pino Liberti (Batteria) – Bruno Marinucci (Chitarra) – Martina Bertini (Basso).

GIANNA CHILLA’ è una cantante che ha vissuto già molte vite. Ha inciso dischi e fatto tour negli Stati Uniti, collaborato con compositori e artisti rock di livello, duettato con rapper in singoli di alta classifica internazionale. Collabora, giovanissima, con Claudio Simonetti, e poi per quasi dieci anni gira Europa e Stati Uniti. Lavora in Francia con due progetti dance di altissimo livello, Phase 2 phase in coppia con il rapper Sham Inchey (un singolo nella top 5 francese), ed “Echo bass” col rapper Thami Dee. Nel 2003 fonda le Cherries, trio vocale femminile con cui incide 2 album di Black-R’n’B in inglese, destinati al mercato statunitense. La band ha molti risocontri – programmi tv in prime time, festival e club importanti. Partecipano anche all’edizione 2008 di X Factor Italia. Si sciolgono nel 2011 col il disco Waving disco R’n’B pop totalmente acustico, da cui viene estratto un singolo, Misled. Lo stesso anno crea Janis Is Alive, il suo personale tributo a Janis Joplin. Partecipa a The Voice of Italy 2014, cosa che la fa conoscere al grande pubblico italiano. Nel 2016 uscirà il suo primo cd da solita in italiano, “Nera”.

 

THE WILLIE DIXON SONGBOOK

venerdì 12 febbraio 2016

INGRESSO LIBERO

Apertura ore 21,00

Concerto ore 22,30

La maggior parte dei brani di blues che girano per il mondo sono stati scritti da Willie Dixon. Ogni Jam session di blues che si rispetti ha in scaletta brani di Willie Dixon. Questo grande, enorme artista (qualcosa come 150 kg) poeta di strada, produttore, bassista, arrangiatore, talent scout ed ex pugile ha scritto e prodotto musica a Chicago per circa 50 anni. Tutti i musicisti che hanno qualcosa a che fare con il blues gli devono molto, anche se non sanno chi sia stato. Willie Dixon ha scritto circa 250 brani, e molti di questi sono dei punti fermi nel repertorio di migliaia di artisti in tutto il mondo. C’è un sacco di gente in giro che pensa che “Hoochie Coochie Man” sia stata scritta da Muddy Waters, oppure che “My babe” sia opera di Little Walter. C’è anche troppa gente convinta che “Whola lotta love” fosse un brano dei Led Zeppelin… Non è così, è tutta farina del sacco di Willie Dixon!! Questa sera saranno 3 eccellenti musicisti a ripercorrere le tappe musicali di un lungo viaggio attraverso il Blues di Willie Dixon. LELLO PANICO (chitarra) – MICK BRILL (basso) – PIERO PIERANTOZZI (batteria)

 

SARA BERNI BLUES BAND

sabato 13 febbraio 2016

INGRESSO LIBERO

Apertura ore 21,00

Concerto ore 22,30

SARA BERNI torna al Big Mama con la sua Blues Band. Sara è stata front woman della soul orchestra Bianca Blues e i Sette Soul, la scorsa primavera è stata voce solista di Radio2 Rai, programmata su “The Finest Ingredients” tra la migliore musica Soul mondiale accanto a veri mostri sacri (Solar Radio, UK), corista e spalla per i più grandi artisti italiani, testimonial per l’Alta Moda come cantante e modella, artista spalla per Sting nel 2000, esponente bianca d’eccezione nelle più grandi rassegne e festival Gospel, turnista per RDS, Radio Capital, Rai e Mediaset, autrice premiata dal Billboard Song Contest americano. In programma un repertorio di grandi classici e alcune perle, da Ray Charles ad Etta James passando per BB King ma anche “Feeling Alright” di Dave Masson o ballad come “Ain’t no Sunshine” di Bill Whiters con il sound arcaico della Lap Steel guitar. Una serata imperdibile, durante la quale Sara festeggerà il proprio COMPLEANNO con tutti voi!!! La Band: Andrea De Luca alle chitarre, Muzio Marcellini alle tastiere, Mimmo Catanzariti al basso, Luca Trolli alla batteria.

 

FRANCES ALINA ASCIONE & Band

domenica 14 febbraio 2016

INGRESSO LIBERO

Apertura ore 21,00

Concerto ore 22,30

Frances Alina Ascione nasce a Hollywood nel cuore di un fervente ambiente musicale. La madre – la cantante gospel Cheryl Nickerson – è maestra di stile e da questa apprende l’arte di modulare e intonare la frase secondo il pathos del blues e la religiosità del gospel. La frequentazione della chiesa afro-americana le offre l’opportunità di acquisire dimestichezza con il pubblico e già da giovanissima comincia a calcare le scene in Italia con il gruppo Ancient Souls accanto alla madre ed in seguito a Roma con i Phonema Gospel Choir. Le sue indubbie qualità vocali e la capacità di adattarsi in contesti artistici diversi, lascia ampio spazio alla sua espressione laica esponendola all’attenzione di un pubblico sempre più attento. Adesso Frances si esibisce regolarmente diventando il centerpiece di intelligenti produzioni musicali quali  the Smiling Souls , Vitaminafunke The Hot Tunes. In questa serata al Big Mama proporrà una lunga serie di classici del repertorio Blues, Soul, Nu Soul & Gospel, come I’ve Got Trouble di Amy Winehouse, Do I Do di Steve Wonder, If I Ain’t Got You di Alicia Keys, How Will I Know di Whitney Huston e tante altre ancora…

Frances Alina Ascione: voce

Alfredo Bochicchio: chitarra

Andrea Rongioletti: tastiere

Elio Buselli: basso

Andrea Ruta: batteria