LA MUNICIPAL - "LE NOSTRE GUERRE PERDUTE" TOUR

19.07.2016 11:41

LA MUNICIPAL

"LE NOSTRE GUERRE PERDUTE" TOUR

16 luglio - SEI FESTIVAL - San Cataldo (LE) - opening Ministri

22 luglio - HANGOVER FESTIVAL - Turi (ba)

28 luglio - AWANDA INDIE FEST - Chiatona (Ta)

7 - 8 agosto - NOTTE DELLA RIVOLTA - Lecce (anfiteatro romano)

9 agosto -  YEP FESTIVAL w/ Calcutta  - MELPIGNANO (Le)

16 agosto  - Skun Anansie - Torre Regina Giovanna (Br)

17 agosto - LONGOTERAPHY FESTIVAL - Longobardi (CS)

18 agosto  - Daniele Silvestri - Arena masseria Ospitale

20 agosto - YOUNG ART FESTIVAL - Capurso (Ba)

24 Agosto - ESCO DI RADIO FWSTIVAL - Tricase (Le)

25 agosto - CI VUOLE UN PAESE FESTIVAL - Leverano (LE)

26 agosto - CELLAMARE Music Festival - Cellamare (Ba)

 

Inizia il 16 luglio con l'apertura ai Ministri al SEI FESTIVAL di San Cataldo (LE) il tour nazionale di presentazione di "LE NOSTRE GUERRE PERDUTE", l'album d'esordio de La Municipàl. Prodotto dall'etichetta La Rivolta Records e sostenuto da Puglia Sounds Record 2016, l’atteso lavoro del duo salentino è il frutto di un’intensa ricerca artistica e racconta quell’arco di tempo che va dai 20 ai 30 anni: le insicurezze, le scelte da compiere e quel futuro che va costruito. E’ una raccolta di storie, tutte basate sulle conflittualità tipiche di una relazione e sulla difficoltà di vivere se stessi in maniera serena. Il video di GEORGE (il mio ex penfriend), ultimo estratto da "LE NOSTRE GUERRE PERDUTE", è stato inserito il 23 maggio in anteprima su Rockit, superando le 24.000 visualizzazioni in un mese: https://www.rockit.it/news/la-municipal-george-video

Uscito gli ultimi giorni di maggio, “LE NOSTRE GUERRE PERDUTE” ha già ottenuto splendide recensioni. "Abbiamo qui una coppia mista esordiente che viene dal Salento e che suona come la più credibile alternativa ai Baustelle mai sentita, collocandosi esattamente in quel punto d'incontro tra indie e mainstream che fece la fortuna del gruppo di Bianconi." (Blow Up, recensione di Bizarre - giugno 2016); "Carmine e Isabella debuttano con un album che mira dritto. A volte troppo. A volte ammicca sottilmente. Altre, platealmente. Il duo leccese si muove tra pop, canzone d'autore, folk rock, laddove l'accento va sul pop." (Rumore, recensione di Barbara Santi - luglio 2016); "Grandi melodie, ritornelli enfatici, ironia e romanticismo, tutto condensato in dodici canzoni (più una ghost track strumentale) che cercano di ammorbidire con leggerezza i piccoli problemi quotidiani, le piccole incomunicabilità che ognuno di noi si trova ad affrontare. Storie di e per trentenni, ma rafforzate da quell'universalità in grado di renderle gradevoli a chiunque. Un primo capitolo pienamente riuscito" (Ondarock, recensione di Claudio Lancia - giugno 2016); "Interessante è solo uno degli aggettivi che più identifica La Municipàl, ovvero finalmente qualcosa di nuovo e profondamente originale e studiato: i dodici brani che compongono questo album d’esordio più che ottimo sono dodicipiccoli gioielli di vita vissuta o immaginata, sono racconti cantati da due cantastoriecontemporanei e magistrali che fanno sì che lo sposalizio tra la voce di Isabella, pulita e limpida, e quella di Carmine, più sporca, sia assolutamente riuscito e abbia portato a termine la missione di una dichiarazione d’intenti semplice ma allo stesso tempo complessa, perché è proprio nella più nuda semplicità che si scorgono le pecche del talento, nel caso de La Municipàlassolutamente inesistenti." (Musicaintorno.it, recensione di Francesca Amodio dell'8 luglio 2016).