ENZO GRAGNANIELLO In concerto

17.11.2016 19:09

ENZO GRAGNANIELLO

MISTERIOSAMENTE

Open Act: Tommaso Primo

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

SALA PETRASSI

24 NOVEMBRE 2016 - ore 21.00

Uno spettacolo che ha come filo conduttore la musica del cantautore Enzo Gragnaniello e della Napoli che lui rappresenta, vive e respira ogni giorno, quella città che non ha mai abbandonato e nel cui cuore pulsante, i Quartieri Spagnoli, continua orgogliosamente a vivere e creare. Il cantautore napoletano riprende e amplifica la dimensione spirituale della sua musica, l’essere emozione primigenia, concepita ed eseguita per entrare in contatto con la sfera più intima dell’ascoltatore, un richiamo preciso a quella parte di anima che accende tutte le esistenze, la ricerca di un’etnia profonda, universale, lontanissima da ogni possibile forma di fraintendimento folkloristico o strumentale. Un richiamo ancestrale alla dignità di ogni essere uomo nel suo sentire autentico. Una performance live in cui la forma assoluta e radicale di una musica originaria, atavica e istintiva, scevra dall’angusto bozzettismo oleografico, si rivela al pubblico per ricondurlo alle sue radici più remote attraverso sonorità e ritmiche sincere e dirette. L’atmosfera magica che riesce a creare miscelando la sua intensa e graffiante voce con una musica che spazia dalle antiche origini napoletane a quelle africane per arrivare ai più tipici suoni mediterranei con accenni di melodie più che suggestive. Nel concerto infatti sono previsti sia momenti di richiamo alla musica classica napoletana quali ad esempio "Passione", "Scetate" che altri in cui l’autore interpreta i suoi classici come "O’ mare e tu" famosissima canzone scritta tempo fa per Andrea Bocelli, "Senza Voce" e "Cu’ mmè". "Cu’mmè" è uno dei brani più famosi all’estero di Gragnaniello tradotto in otto lingue entrando nelle hit in Grecia e America Latina.

 

ENZO GRAGNANIELLO

MISTERIOSAMENTE

(open act Tommaso Primo)

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Sala Petrassi – 24 NOVEMBRE 2016

Inizio ore 21.00

Platea: 25 euro Galleria: 20 euro

 

Band:
Enzo Gragnaniello - voce e chitarra acustica
Piero Gallo - mandolina
Aniello Misto - basso
Marco Caligiuri - batteria
Guest: Erasmo Petringa - violoncello

 

ENZO GRAGNANIELLO BIOGRAFIA

Nato a Vico Cerriglio, il vicolo più stretto di Napoli, inizia a scrivere canzoni a diciott’anni. Nel 1977, con Gennaro De Rosa, Lorenzo Piombo, Roberto Porciello, Francesca Veglione, fonda il gruppo musicale "Banchi Nuovi", con cui si avvicina alle radici popolari della musica e della canzone napoletana. Nel 1983 pubblica il disco “Enzo Gragnaniello”, a cui segue nel 1985 “Salita Trinità degli Spagnoli”, dedicato ai Quartieri Spagnoli di Napoli, dove tuttora Gragnaniello vive. Vince tre volte la Targa Tenco per il miglior album in dialetto: nel 1986 con il disco “Giacomino”, nel 1990 con “Fuijente” e nel 1999 con “Oltre gli alberi”. Scrive in lingua partenopea e in italiano, e collabora con artisti come Mia Martini, per la quale ha scritto le canzoni “Stringi di più” e “Donna”. Nel 1991 rilancia la canzone napoletana nel mondo con il brano “Cu’mmè”, colonna sonora dello spot del G7 del 1994, interpretata da Mia Martini e Roberto Murolo, e tuttora trasmessa in Spagna, Grecia e Brasile. Nel 1998 pubblica con Sugar “Neapolis mantra”, un disco strumentale registrato nel Maschio Angioino di Napoli, in cui sono raccolti suoni sacri e rituali della musica etnica, realizzato con la collaborazione di Principe e Socio M. Prende parte al 49esimo Festival di Sanremo, nel 1999, con la canzone “Alberi”, interpretata con Ornella Vanoni. Nello stesso anno scrive “O mare e tu” che Andrea Bocelli interpreterà con Dulce Pontes. Il 2000 è l’anno della partecipazione, in qualità d’attore, al film di Nino D’Angelo “Aitanic” e della collaborazione con il gruppo rap La Famiglia. Nel 2001 Enzo Gragnaniello pubblica “Balìa” e nel 2003 collabora con James Senese, dando vita all’album e alla tournèe “Tribù e Passione”, dedicato all’anima della musica napoletana. Nel 2005 scrive per il gruppo Il Giardino dei Semplici “L’Apparenza” e nel 2007 trionfa nel programma televisivo “Viva Napoli”. Tra il 2008 e il 2015 partecipa a importanti progetti culturali e sociali, e vince il Premio Artistico Culturale e Musicale “Armando Gill”, per aver fatto della ricerca poetica popolare il suo punto il cardine della sua carriera. Nel 2015 pubblica “Misteriosamente “ (Nar International/Fujiente Music/Self), il suo 23esimo disco.