BIG MAMA PROGRAMMA CONCERTI DALL’11 AL 13 MAGGIO 2017

05.05.2017 10:21

 

 

BIG MAMA

PROGRAMMA CONCERTI DALL’11 AL 13 MAGGIO 2017

 

BLUES NIGHT WITH BLUEBIRD & SKOKO

GIOVEDÌ 11 MAGGIO 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

“Trust your Mojo Sista” è il titolo del CD di Bluebird & Skoko che ha ottenuto una nomination al “Grammy Awards” nella categoria “American Heritage Historical Music”. Bluebird & Skoko sono una combinazione di profondo blues di Chicago e rock’n’roll graffiante ed energico, guidati dallo spirito di Screaming Jay Hawkins, Billie Holiday, Muddy Waters, The Cramps, e tutti quegli artisti ispirati dal fuoco interiore. La loro musica è espressione della passione per il blues e per la gioia di vivere. Cantano e giocano con coraggio e libertà, ispirati da quella creatura misteriosa che gli afroamericani chiamano “Mojo”. Il loro primo album insieme “”Trust your Mojo Sista””, è stato registrato a Bali e masterizzato presso gli Abbey Road Studios di Londra. Bluebird è cresciuto a Chicago sotto l’ala del grande Junior Wells. Dal 1975 ha suonato e collaborato con tanti artisti della capitale dell’Illinois, da Sammy Lawhorn a Eddy Taylor, da Phil Guy a Valerie Wellington. Ha suonato anche con con Muddy Waters e ha aperto per lui tutti i concerti del suo tour italiano del 1980. Ha suonato con Dr. John (con cui ha registrato una delle sue canzoni), John Kalb, Bill Dicey, Alexis Korner, Sun Ra Orchestra e molti altri. Nel 1982 una delle sue canzoni ha vinto un disco di platino in Sud America. Le sue canzoni sono state incluse in numerose compilation in Europa e in America. La sua ultima versione della canzone “Johnny B. Goode” ha ricevuto cinque stelle dalle stazioni radio indipendenti negli Stati Uniti. Elena Skoko aka Sugar Babe, è nata in Croazia. Da sempre innamorata della musica di Elvis Presley, è cresciuta ascoltando Nina Hagen, Sex Pistols, Sonic Youth, Pixies, Siouxsie and The Banshees, The Cramps, The Stooges, e tutto l’universo punk. Ha colpito la scena indie rock italiana negli anni 90 con la sua rabbia, la sua passione, e con spettacoli teatrali “scandalosi”. Ha pubblicato tre album con la sua band CUT e cantato con i Timoria, la rock band di Francesco Renga. Con la sua band ha condiviso il palco con Royal Trux, Jon Spencer Blues Explosion, The Hives e molti altri. Recentemente ha registrato la canzone “ Watching Ya”, pubblicata dalla casa discografica italiana “Suoni di Jato” e indirizzata verso le acque più tranquille, ma profonde e fangose, di Billy Holiday, Anita O’Day e tutte le grandi donne che hanno cantato il blues. Ha usato varie forme d’arte per esplorare i molti lati della sua anima, dal video alla poesia, dalla performance alla fotografia, viaggiando in tutto il pianeta, fino a quando ha incontrato Bluebird e gli ha detto: “Voglio cantare il blues”!!

Bluebird – harp, guitar, slide & vocal

Skoko – vocal & percussions

Piero Fortezza – drums

Alex Saba – Bass, Double bass

Nick Distaso – guitar

Eric Daniel – sax

Fabio Di Cocco – organo Hammond

 

 

THE NICK JACKSON BAND

VENERDÌ 12 MAGGIO 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

La Nick Jackson Band arriva al Big Mama dopo 2 anni di assenza e celebra questo ritorno con un nuovo album “Coverings” uscito a marzo 2017. Come suggerisce il titolo “Coverings” è una collezione di cover versions che hanno fortemente influenzato Nick Jackson ed i membri della sua band. “Coverings” è il 5° Cd pubblicato dalla band, e segue “Miracles” (2004), “Secrets” (2005), “Beautiful Place” (2010) e “Ballads, Social Music & Songs” (2015). In questa serata il gruppo suonerà brani tratti da tutti i cinque album pubblicati e – promettono – anche un paio di “sorprese”… Il nuovo disco, davvero bellissimo può essere ascoltato gratuitamente cliccando su questo link oppure dalla pagina Facebook della band.

Nick Jackson (vocals/guitar) – Phil Abram (guitar)

Jon Wood (bass) – Ben Jackson –(drums/vocals)

La band nasce a Bolton (Lancashire-Inghilterra) per idea del cantautore Nick Jackson insieme ad un gruppo di musicisti che incontra durante alcune esibizioni in diversi pub locali. Inizialmente questo progetto non viene preso nemmeno troppo sul serio da Jackson che considera la band come un veicolo per le personali sperimentazioni musicali, ma le sempre più frequenti richieste di esibizioni live fanno diventare più serio e professionale l’intero progetto.
Nel gennaio del 2000 la Nick Jackson Band lavora al suo album di debutto che viene registrato nello studio casalingo del leader a Horwith. “Miracles” esce a settembre dello stesso anno per la Meadowland ed è composto da 14 tracce di classiche Northern ed Harley Davidson song. L’album vede Jackson alla voce, chitarra, armonica e mandolino, Nick Bold al basso e Norman Cooke alla batteria. L’artista stesso dichiara: “La nostra musica non vuole seguire alcun trend. Sono giunto alla conclusione che tutto ciò è irrilevante per il mio lavoro come songwriter”.
Il secondo cd si fa attendere per ben cinque anni ed è uscito nel giugno 2005. Nick rivela: “Lavorare alle nuove canzoni è stato frustrante perché molto spesso ci dovevamo fermare per suonare dal vivo. Inoltre abbiamo coinvolto 11 musicisti come ospiti e ciò ha richiesto tempo per averli tutti disponibili. L’idea di “Secrets” è stata quella di renderlo diverso dal precedente lavoro suonato da un tradizionale gruppo rock di 5 elementi”. Nel 2010, ancora a cinque anni di distanza, Nick Jackson licenzia il terzo cd, dal titolo “Beautiful Place”, un bel lavoro che si inserisce nella tradizione del miglior rock inglese che a tratti ricorda però anche gruppi come REM, e tutto il Paisley Underground. Il loro quarto album “Ballads, Social Music and Songs”  tradisce l’ispirazione che arriva da Woody Guthrie e la grande tradizione folk americana, ma anche artisti inglesi come Richard Thompson e artisti più moderni come la band The Doves.  Registrato in varie località del Regno Unito e in Italia nel corso di 1 anno di lavoro, il CD contiene 10 brani inediti tutti scritti da Nick Jackson, e porta il gruppo in una direzione nuova e più personale. 

 

 

ALAN SOUL & THE ALANSELZER – THE INVINCIBLE SUMMER NIGHT

SABATO 13 MAGGIO 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Una carriera lunga 40 anni, quella di Alan Soul (al secolo Giulio Todrani): in duetto con “Julie & Julie” agli esordi, poi come front-man di band come gli “Io Vorrei La Pelle Nera”, con al fianco la figlia Giorgia – divenuta poi una delle voci più apprezzate del panorama musicale italiano – fino ad arrivare agli ALANSELZER con cui da anni esalta il proprio amore per il soul, lo swing, il funky. Nel nuovo disco “Live @ Big Mama Vol.2” ci sono i più bei successi dei grandi interpreti della musica nera; Otis Redding, Ray Charles, Smokey Robynson, James Brown, Tom Jones, grazie alla voce di Alan Soul, uno dei pochi in circolazione veramente in grado di interpretare degnamente questo repertorio, autentiche perle nel repertorio della black music. Restano fedeli, fedelissimi, alla loro ragione di vita, ad una musica che è straordinaria e festosa, drammatica e appassionata, divertente e romantica, e la interpretano come la regola vuole, senza mai mentire, provando ad esprimere sentimenti e passioni senza alcuna mediazione. Abbandonate le consuetudini, dimenticate le cover, quello che state per ascoltare è musica, arte, vita, gioia, mescolate insieme da un gruppo di musicisti e un cantante che conoscono l’arte dell’intrattenimento e l’arte della musica, che predicano l’unica religione possibile, quella del soul, che praticano senza sosta da tempo immemorabile con uno stile davvero inconfondibile. Lunga vita ad Alan Soul e ai suoi Alanselzer, che ci dimostrano che si può vivere ancora credendo in qualcosa di importante. E si può, come recita il titolo di una canzone di Paul Simon, “still crazy after all these years”. Formazione: Giulio “Alan Soul” Todrani (voce), Ferruccio Corsi (sax alto), Mirko Rinaldi (tromba), Alfredo Posillipo (trombone), Muzio Marcellini (piano, tastiere, Claudio Trippa (chitarra), Maurizio Meo (basso elettrico), Stefano Parenti (batteria).