BIG MAMA PROGRAMMA CONCERTI DAL 6 AL 12 APRILE

30.03.2017 17:50

 

BIG MAMA

PROGRAMMA CONCERTI DAL 6 AL 12 APRILE

 

IL SINDACO DEL BLUES ANTONIO SANTIROCCO

FESTEGGIA I SUOI 60 ANNI CON UNA GRANDE FESTA

 

LO STRAORDINARIO CHITARRISTA TOLO MARTON

TORNA AL BIG MAMA CON IL SUO TRIO

 

ROCKING THE STONES – ALWAYS TIME FOR STONES

GIOVEDÌ 6 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Esattamente 50 anni fa – il 6 aprile 1967 – il Palasport di Roma aprì le porte ai Rolling Stonesnella seconda tappa del loro primo tour in Italia che si era aperto con la data di Bologna. Da allora tanta acqua è passata sotto i ponti di Roma, ma la passione per questa intramontabile band è cresciuta in modo esponenziale, non risparmiando nessuna delle generazioni di giovani che si sono susseguite in questo mezzo secolo. I Rocking the Stones, fondati da Mario Biagini, propongono tutto il meglio della discografia dei Rolling Stones, proponendo un sound quasi scarno, essenziale, tipico del perio a cavallo fra gli anni ’60 e ’70.  Con qualche incursione nel mondo del blues e qualche chicca d’autore, propongono con passione, grinta ed entusiasmo coinvolgenti, un repertorio di canzoni che ha sfidato il tempo, attraversando mode e costumi, mantenendo intatta la freschezza e la potenza di uno stile che può ben rappresentare la storia del Rock del XX secolo. Mario Biagini (voce, armonica) – Luca Biagini (batteria) – Alberto Biasin (basso) – Marco Fagiolo (tastiere, tamburello) – Cristiano Sacchi (chitarra) – Fabio Maccheroni (chitarra, voce).

 

ALAN SOUL & THE ALANSELZER

VENERDÌ 7 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Una carriera lunga 40 anni, quella di Alan Soul (al secolo Giulio Todrani): in duetto con “Julie & Julie” agli esordi, poi come front-man di band come gli “Io Vorrei La Pelle Nera”, con al fianco la figlia Giorgia – divenuta poi una delle voci più apprezzate del panorama musicale italiano – fino ad arrivare agli ALANSELZER con cui da anni esalta il proprio amore per il soul, lo swing, il funky. Nel nuovo disco “Live @ Big Mama Vol.2” ci sono i più bei successi dei grandi interpreti della musica nera; Otis Redding, Ray Charles, Smokey Robynson, James Brown, Tom Jones, grazie alla voce di Alan Soul, uno dei pochi in circolazione veramente in grado di interpretare degnamente questo repertorio, autentiche perle nel repertorio della black music. Ecco le note di copertina del CD Vol.1 a cura di Ernesto Assante: “La musica soul non muore mai, non può morire. Non morirà finché ci sono dei cantanti come Alan Soul e dei gruppi come gli Alanselzer. Basta ascoltare le voce di Alan, seguire il ritmo della band, perdersi nelle note del pianoforte, nel pulsare del basso, negli assoli dei fiati, per essere trasportati, ancora una volta, nel cuore della musica, nell’anima del soul. No, non sono cover, non esistono cover nel soul, e non è una cover band quella che decide che non si può vivere senza suonare Georgia on my mind o Ain’t that groove. No, il soul è una missione, una fede, una regola di vita (come le regole monastiche), che non possono essere tradite. E Alan Soul e gli Alanselzer non hanno mai tradito, nemmeno quando i tempi sono cambiati, i suoni sono cambiati, le mode sono cambiate. Formazione: Giulio “Alan Soul” Todrani (voce), Ferruccio Corsi (sax alto), Mirko Rinaldi (tromba), Alfredo Posillipo (trombone), Muzio Marcellini (piano, tastiere, Claudio Trippa (chitarra), Maurizio Meo (basso elettrico), Stefano Parenti (batteria).

 

PIU’ BESTIAL CHE BLUES – 60 ANNI PER IL SINDACO DEL BLUES

SABATO 8 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

ANTONIO SANTIROCCO, batterista, conosciuto anche come IL SINDACO DEL BLUES è una figura centrale del panorama blues romano. Ha suonato per anni con un lungo elenco di artisti di fama, dal chitarrista Maurizio Bonini a Noel Redding, bassista della Jimi Hendrix Experience, da Alex Britti a Roberto Ciotti, Louisiana Red e tanti altri ancora, picchiando i tamburi sui più prestigiosi palchi nazionali, da quello del festival Blues di Pistoia a quello di Piazza S.Giovanni a Roma per il 1 maggio. Stasera festeggeremo i suoi primi 60 anni con una grande festa musicale che vedrà un lungo elenco di ospiti sul palco, tra i tanti musicisti con cui ha collaborato. Di se stesso dice: “Suonare solo la musica che mi piace, solo con la gente che mi piace, solo per la gente che mi piace e, possibilmente, solo in un posto che mi piace. Questa è una delle linee-guida della mia vita e sono orgoglioso di poter festeggiare il mio sessantesimo compleanno sabato 8 aprile 2017 al Big Mama tenendo fede a questa linea-guida. Suoneremo un paio di dozzine delle mie canzoni preferite in assoluto in due set ad opera de La Triade e dei Più Bestial che Blues, due rami di uno stesso albero piantato una trentina di anni fa e cresciuto fino ad essere il mio luogo preferito nel giardino di casa. Con me ci saranno sul palco per La Triade: Roberto Paggio alle tastiere, Gabriele Stabile alla chitarra e Ari Takahashi al basso. Con i Più Bestial Che Blues ci saranno invece Daniele Bazzani alla chitarra, Mick Brill al basso, Davide Gentili alla voce e ancora Roberto Paggio alle tastiere, validissimi musicisti e amici cari; sono i membri di una vera e propria famiglia acquisita. Per alcuni i compleanni, soprattutto quelli a cifra tonda, sono un traguardo, per i più ottimisti un punto di partenza, per altri semplicemente la scusa per fare festa alla faccia di un anno in più sul groppone o un anno di meno alla fine del proprio destino. Per me sarà una occasione per essere davvero me stesso e divertirmi insieme alle persone che mi vogliono bene e alle quali voglio bene.” Per oltre vent’anni i leggendari “Bestiali” hanno trasformato ogni loro esibizione al Big Mama in un momento magico, rendendo impossibile sottrarsi ad un totale coinvolgimento, fatto di musica e vibrazioni positive. Il repertorio è uno straordinario compendio musicale, in cui confluiscono brani più o meno noti, che coprono un vasto arco temporale; da Sam Cooke, a Prince passando per Bob Dylan, Otis Redding, Rolling Stones, John Hiatt e molti altri ancora. Come sempre la leadership è  di Santirocco  con una carriera trentennale che lo ha visto accanto a Noel Redding (bassista degli Experience di Jimi Hendrix), Louisiana Red, Alex Britti e tanti altri. I “Bestiali” hanno partecipato alle riprese di “Baciami Ancora”, il sequel de “L’Ultimo Bacio” di Gabriele Muccino, che li aveva già voluti protagonisti di una famosa scena (quella del matrimonio) nel primo episodio del 2001. I Più Bestial Che Blues sono: DAVIDE GENTILI (voce – armonica) – DANIELE BAZZANI (chitarra – voce) – ROBERTO PAGGIO (piano – organo) – MICK BRILL (basso) – ANTONIO SANTIROCCO (batteria e voce).

 

TOLO MARTON BAND

DOMENICA 9 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

 “Nel corso del tempo tutta la musica che Tolo ha incontrato s’è organizzata in un linguaggio personale, fuori da ogni catalogazione. Non c’è rock, jazz, blues, non c’è il Jimi Hendrix Award.  C’è Tolo Marton che ha dominato tutti gli stili che ha ascoltato fino a costruirne uno proprio. Ancora una volta la definizione di chitarrista virtuoso, per cui Tolo è conosciuto davvero dappertutto, sfuma progressivamente verso una diffusa considerazione di musicista a tuttotondo, ottenuta dal percorrere molte vie musicali, atte ad ottenere una propria visione del mondo e delle sei corde” (da un articolo di Giorgia Garofalo, 2015). Chitarrista compositore trevigiano, TOLO MARTON porta avanti una lunghissima carriera nell’ambito della musica di ispirazione anglo-americana. Il genere musicale di Marton si potrebbe definire Classic Rock, quella musica che verso la fine degli anni 60 rivoluzionò la scena musicale, e che continua ad essere apprezzata e suonata anche dalle nuove generazioni di musicisti. Ma il repertorio si basa su brani originali, dove si rincorrono linguaggi rock, blues, country, psichedelia, melodia e silenzi. Per la sua composizione Alpine Valley e l’interpretazione di Red house, è stato premiato nel ’98 in America dal padre di Jimi Hendrix, il più grande genio della chitarra elettrica mai esistito. E’ stato chiamato a suonare con Jack Bruce e Ginger Baker, due dei tre leggendari componenti dei Cream. Nel marzo 2002 inizia la collaborazione con il leggendario batterista dei Deep Purple Ian Paice ed il tastierista, sempre dei Deep Purple, Don Airey. La sua particolarissima versione di “All along the watchtower” è stata scelta per essere inclusa in una compilation di artisti internazionali curata dalla BMG di brani di Bob Dylan, uscita nel 2003. Nel 2009 esce il doppio CD “REPRINTS”, ovvero le ristampe dei primi 3 vinili di Tolo. Nell’autunno 2010 Marton si ricongiunge per attività concertistica con Aldo Tagliapietra e Tony Pagliuca (ex-componenti storici delle Orme, gruppo Prog con cui aveva inciso l’Album “Smogmagica” a Los Angeles nel ‘75), per una breve reunion. Nel 2012 Tolo inizia una collaborazione anche con Roger Glover, il grande bassista dei Deep Purple, con il quale suona in concerto in teatro a Mestre, con grandissimo successo. Nella primavera del 2015 Tolo torna a Austin (Texas) per un nuovo tour. Durante la sua permanenza viene invitato a suonare e registrare con Bobby Whitlock, il tastierista e compositore dei leggendari Derek and the Dominos, di cui facevano parte Eric Clapton e Duan Almann.  A dicembre 2016 esce l’ultimo disco di Tolo. Si intitola My cup of music, un album nuovo e diversissimo da tutti i precedenti. Quasi interamente strumentale, è stato realizzato in un anno e mezzo di lavoro. TOLO MARTON (voce e chitarra) – WALTER DAL FARRA (basso, cori) – FABIO SORTI (batteria).

 

HINDENBURG – A Led Zeppelin night

MERCOLEDÌ 12 APRILE 2017

Ingresso libero

Apertura ore 21,00 – concerto ore 22

Tornano al Big Mama, dopo la tournée fra Andromeda e Alfa Centauri, gli Hindenburg Led Zeppelin Tribute Band per una serata speciale mercoledì 12 aprile. Nel 1969, come un fulmine a ciel sereno – e come degna chiusura del decennio più prolifico nella storia del rock – vide la luce il primo album dei Led Zeppelin. Blues rock e psichedelica vennero fusi e distribuiti in quarantacinque minuti di musica che ebbe un impatto devastante, aprendo la strada al decollo di una delle migliori band di Blues & Rock della storia della musica. Dopo 45 anni gli Hindenburg vogliono celebrare questa storica uscita, riproponendo stasera i momenti più importanti del primo album di Jimmy Page & C. accompagnandoli con altri classici della band inglese. Gli Hindenburg nascono nel 2011 dalle ceneri del decennale progetto “Moby Dick”. La band romana è attiva in tutta la penisola e anche all’estero dove ha partecipato a numerosi festival, a testimonianza della qualità delle loro esibizioni. Gli Hindenburg sono: Alessandro Errichetti (chitarra) – Paolo Antonaroli (voce) – Alessandro Belli (basso) – Fabio Pollastri (batteria) – Enrico Ciccio Scopa (tastiere).